Fondo Secchi (1924 - 1991)

Luigi Lorenzo Secchi (1899 - 1992)

Ingegnere industriale, si laurea al Politecnico di Milano nel 1924 e inizia a lavorare come progettista per il Comune di Milano (piscine, mercati, edifici scolastici) e successivamente come conservatore del Teatro alla Scala di cui curerà la ricostruzione in seguito ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Nel dopoguerra svolge anche un'importante attività di libero professionista progettando dighe e impianti industriali.

Il fondo, conservato in 63 faldoni, 24 tubi e 21 cartelle, documenta 73 progetti. Il materiale (documenti di testo e fotografici) è suddiviso in due grandi sezioni: la prima (1197 unità archivistiche) si riferisce all'attività professionale, la seconda (1122 unità archivistiche) ai lavori relativi alla ricostruzione, conservazione, manutenzione del Teatro alla Scala. I materiali della prima sezione illustrano il cammino professionale compiuto da L.L. Secchi dalla laurea fino agli anni Settanta, attività svolta sia come funzionario del Comune di Milano nei settori dell'edilizia sociale e dell'urbanistica, sia come libero professionista. La documentazione sul Teatro alla Scala riguarda gli anni 1933 - 1991 ed è importante soprattutto per la ricostruzione del Teatro dopo i crolli dovuti ai bombardamenti del 15 agosto 1943.

Donato ad Archivi Storici nell'ottobre 2014.

Strumenti di corredo
In corso di revisione inventariale. Inventario analitico accessibile su LombardiaBeniCulturali http://www.lombardiabeniculturali.it/archivi/complessi-archivistici/MIBA007F07/

Descrizione in SIUSA e in SAN-portale architettura.

È disponibile inoltre il catalogo della mostra "Luigi Lorenzo Secchi e la ricostruzione del Teatro alla Scala", a cura di C. Camponogara e M. Vitale, Milano, Unicopli 2016.