Dettaglio Avviso

 

 

Design Alpino: rifugi, bivacchi e attrezzature d'alta quota

La mostra è stata prorogata fino al 30 novembre 2018. Potete visitarla presso lo spazio espositivo di Archivi Storici (campus Bovisa-Candiani)


La mostra è stata prorogata fino al 30 novembre 2018.
Potete visitarla presso lo spazio espositivo di Archivi Storici - campus Bovisa-Candiani, edificio B1, piano terra, via Candiani 72 - dal lunedì al venerdì, 9.30 - 13.00

La mostra è a cura di Aldo Faleri ed è organizzata da Archivi Storici.

La mostra narra la nascita e lo sviluppo delle prime architetture montane, rifugi e bivacchi d?'alta quota, e vede esposti tra i pezzi più preziosi alcune tavole originali del progetto del rifugio alpino in Alta Val Malenco dei laureandi "politecnici" Gianni Albricci e  Marco Zanuso,  rare cartoline realizzate da Albe Steiner nel 1956  per pubblicizzare il rifugio alpino Pirovano, progettato da Luigi Colombini e Franco Albini, le foto originali delle fasi di montaggio del bivacco Ravelli, uno dei più noti tra quelli presenti sulle Alpi.
L'intento della mostra è celebrare l'abilità e il coraggio di uomini che con tecniche ed equipaggiamenti rudimentali seppero realizzare ripari indispensabili per contribuire al progresso della ricerca scientifica e alla conquista delle vette, dando avvio alla nascita dell'alpinismo.
Sono esposti anche autentici strumenti e capi di abbigliamento per la vita e il lavoro in quota, come sci, scarponi, zaini.
Con questa mostra si vuole anche rendere omaggio al sodalizio ultra centenario tra due delle più importanti e storiche istituzioni milanesi, il CAI sezione Milano e il Politecnico di Milano, ricordando che nel lontano 1873 ll'allora Regio Istituto Tecnico Superiore accolse nelle proprie aule in piazza Cavour le prime riunioni della nascente sezione milanese del CAI, a testimoniare la storica comune passione per la montagna, per la cultura alpina e per la ricerca scientifica
.